Gli alberghi Ryokan

By 25 settembre 2016Curiosità, Luoghi, Mascia
spoiler-ombraridendo

SPOILER!


Il ventiduesimo capitolo è quello in cui Luigi Ferrari si agita, non riesce a prendere sonno, ripensa al suo passato e ai suoi due viaggi in Giappone: quando era adolescente (subito dopo la laurea) e nella estate precedente. I Ryoka sono gli alberghi tipici giapponesi dove aveva trovato ospitalità e amato la bella Mimi.

Basilica del Sacro Cuore Immacolato di Maria

Un ryokan è una tipologia di albergo esclusivamente giapponese in cui ogni cosa è nello stile tradizionale nipponico, e ovviamente chiunque di voi sia ospite in un ryokan deve convivere e rispettare le varie regole e usanze, a cominciare dall’ingresso, dove quasi sempre ci si toglie le scarpe e si indossano delle ciabatte per camminare per i corridoi del ryokan.

Le stanze di un ryokan

Ovviamente il “lusso” di una stanza dipende dal livello del ryokan e dal prezzo.
Elementi comuni di qualsiasi stanza sono il pavimento tatami, le porte di ingresso scorrevoli in legno e carta, dove si entra rigorosamente senza ne scarpe ne ciabatte, e tavolino basso. La sera vengono preparati i letti futon, dormendo dunque “a terra”. L’indomani i letti vengono riposti dentro degli armadi scorrevoli e l’intera stanza è libera.
Non sempre c’è la tv, per garantire la massima quiete all’interno della struttura, e l’arredamento è essenziale. I ryokan più ricercate hanno una finestra che tipicamente dovrebbe sporgere su un giardino, ma spesso non è così. Accessori “standard” come cassaforte e piccolo frigorifero sono di solito presenti, così come un bollitore e bustine di thè. Viene anche fornito, per ogni ospite, uno yukata, una specie di kimono che può essere indossato durante la permanenza dentro il ryokan e per esempio per andare al bagno pubblico.

Toilette e bagno nei ryokan

La maggior parte dei ryokan hanno lavandino e toilette all’interno della propria camera, con tanto di pantofoline specifiche per entrare nello stanzino dedicato; comune a tutti e diviso per sesso è invece il bagno tipico giapponese (ofuro). Molte ryokan offrono anche un bagno comune a tutti in stile giapponese da utilizzare privatamente, per coloro che non dovessero gradire lo stare nudi e fare il bagno con altre persone.
Alcune ryokan particolarmente economiche invece potrebbero avere tutto (compresa toilette) fuori dalla stanza in condivisione con gli altri ospiti della struttura, tipo gli ostelli.
Altre ryokan molto lussuose hanno invece camere con vasca da bagno tradizionale giapponese privata, dentro la camera o addirittura esterna in un pezzo di giardino/terrazza anch’esso privato, ma qui stiamo parlando di prezzi paragonabili ad un hotel occidentale 5 stelle.

Il cibo in un ryokan

Se soggiornate in un ryokan vi consiglio di provare almeno una volta sia la colazione che la cena che vengono servite, se c’è questa possibilità.
La colazione è in stile tradizionale giapponese, è molto pesante a mio avviso ma è comunque una bella esperienza. Generalmente costa sui 1000 yen.
La cena viene invece preparata in stile kaiseki, solitamente è molto costosa ma almeno una volta ne vale la pena, conserverete certi ricordi per sempre.
Sia la colazione che la cena generalmente vengono servite direttamente nella vostra stanza da una gentilissima signora in kimono, che vi farà da cameriera. Oltre ad acqua e thè verde, generalmente non sono previste bevande nelle portate e vanno ordinate a parte. Con la cucina kaiseki è tradizione ordinare del sakè, di cui le migliori ryokan hanno una vasta scelta da offrire.

Leave a Reply