Perfect Day – Lou Reed

By 19 settembre 2016Mascia, Musica
spoiler-ombraridendo

SPOILER!


Siamo ancora nel secondo capitolo, quando alla fine Luigi Ferrari sembra quasi ammettere a se stesso di essere realmente innamorato dell’amica Caterina Sandrelli, la psicologa del romanzo.
“Insieme a te ho passato una bella giornata” le ha confessato il sabato precedente. Forse il preludio di una vera e propria, liberatoria, dichiarazione d’amore? E come la mettiamo con quel “problemino” del professore Luigi Ferrari?
(Sì, ce ne siamo accorti, nel libro cartaceo c’è un refuso. “Red” al posto di “Reed”. Recupereremo nelle prossime edizioni)

Siamo un nulla, e nulla ci aiuterà

Solo un giorno perfetto
Mi hai fatto dimenticare me stesso
Pensavo di essere qualcun altro,
qualcuno di buono

«Non puoi chiedermi di spiegarne il testo, perché non lo farò». Risponde così Lou Reed in una intervista su The Guardian, driblando la domanda diretta sul significato della canzone.

E chi siamo noi per voler interpretare il senso di questa canzone ormai entrata nell’immaginario collettivo? Che si tratti di una giornata vissuta pienamente perché vissuta insieme alla propria donna o a una dose di eroina è una questione irrisolta ma ininfluente per noi ascoltatri. Ciascuno di noi ha una sua idea di perfezione che questo brano ci aiuta a evocare.

Superlative sensazioni

La canzone esordisce con uno scenario aperto, un parco, luogo che potrebbe richiamare sia le tenere effusioni di due innamorati su una panchina, sia la possibilità di appartarsi per altro. Rirtovarsi poi a bere sangria («just a perfect day / drinking sangria in the park») e infine a tornare, insieme, a casa (and then later / when it gets dark we go home»).

E’ certo che questo brano infonde una serenità unica, una serenità talmente potente da fargli dimenticare se stesso («you made me forget myself»), e non solo: il protagonista, ripercorrendo con un ultimo verso della strofa la giornata perfetta appena trascorsa, si accorge che in quei momenti si era sentito come qualcun altro, come una persona migliore. Ci basta questo per evocare in noi superlative sensazioni.

Leave a Reply