Take me to church – Hozier

By 25 settembre 2016Mascia, Musica
spoiler-ombraridendo

SPOILER!


Nel ventottesimo capitolo del romanzo si svela chi sia realmente il serial killer. Luigi, ascoltando la canzone “Take me to church” attraverso gli auricolari del suo smartphone, arriva a casa mentre Hozier cantando “ti dirò i miei peccati e potrai affilare il tuo coltello” sembra preannunciare quello che accadrà di lì a poco.
Nel garage di Luigi Ferrari accade l’imprevedibile colpo di scena che spingerà poi il lettore a divorare le ultime sessanta pagine del romanzo per capire esattamente l’epilogo della vicenda.

Potrai affilare il tuo coltello

«Portami in chiesa
pregherò come un cane davanti al reliquiario delle tue bugie
ti dirò i miei peccati e potrai affilare il tuo coltello
offrimi quella morte senza morte
buon Dio, lascia che ti dia la mia vita»

Hozier stesso ha ammesso che  questo brano lo ha scritto di getto, dopo essere stato mollato dalla sua ragazza. E il testo del brano parla proprio della fine di un amore. Molto crudo e netto è arrivato al successo anche grazie al video, girato tutto in bianco e nero, che ha traslato l’amore in una parabola contro l’omofobia, contro tutti i preconcetti e la violenza che ne scaturisce. Soprattutto contro l’atteggiamento della Chiesa e di tutte le intolleranze.

Istinto di seduzione

Il brano “Take me to church” è stato utilizzato diverse volte come colonna sonora di pubblicità. L’ultima in ordine di tempo è quella della Renault per la Clio di settembre 2016. Lo spot, per ora riservato al pubblico francese, è incentrato sull’istinto di seduzione. Nel video si vede una coppia, ciascuno alla guida della sua Clio, che si lascia affascinare dallo sguardo dell’altro per lasciarsi trasportare in un mondo di sogno dove tutto diventa possibile. Una danza, un gioco, ma anche una storia d’amore guidata dall’istinto di seduzione che si rinnova continuamente.

Leave a Reply